News

Convegno Realismo Metafisica Modernità

Realismo Metafisica Modernità

in margine al volume di Vittorio Possenti, Il realismo e la fine della filosofia moderna, Armando, Roma, 2016



       

Nel cammino della filosofia il realismo ha spesso costituito l’asse fondamentale della ricerca. Esso è in grado di rinnovare il pensiero, oggi, quando la filosofia moderna si è chiusa, sostituita dalla presente povertà postmetafisica e dal disfattismo della ragione. Il volume mette alla prova la forza del realismo, intrecciando riflessione teoretica e riflessione storiografica, e dando voce ad autori come Tommaso d’Aquino, Hegel, Schelling, Gentile, Maritain, Bontadini, Severino, Putnam.

Vittorio Possenti ha insegnato filosofia morale e politica presso l’Università di Venezia. È membro di alcune Accademie e per molti anni del Comitato Nazionale per la Bioetica.

Mercoledì, 22 Febbraio 2017

Aula Biblioteca Guglielmo Marconi

Piazzale Aldo Moro 7, Roma



Non desidero sostenere che la filosofia si rinnova soltanto con la metafisica, che non è l’appestato da cui guardarsi come osservava ironicamente Hegel. Vi sono più cammini: rinnovare la filosofia con l’
antropologia, oggi paurosamente sbilanciata verso naturalismo e materialismo, che propagandano una concezione antieroica dell’esistenza, lodano l’io minimo e comico che tanti di noi sono, auspicano la fine della dimensione religiosa e contemplativa dell’esistenza e dello spazio del trascendente a favore della civiltà tecnologica. La filosofia si rinnova anche con la religione che include a un tempo protologia ed escatologia. In merito il rischio di oggi non è l’assorbimento idealistico della religione nella filosofia, ma la radicale obiezione empirista, positivista e scientista contro ogni fede e trascendenza. La filosofia si rinnova in vari modi ma in maniera più intensa e radicale mediante il discorso metafisico e l’impegno realistico. Le scienze nel loro campo sono necessarie; allontaniamo però l’illusione che possano dare risposte sul senso del tutto: non vi sono né mai vi saranno soluzioni scientifiche a problemi metafisici.


ore 9:30-10:00 – Introduzione

Massimo Inguscio, Presidente del Consiglio Nazionale delle Riecerche (invited)

Cinzia Caporale, Commissione per l’Etica della Ricerca e la Bioetica-CNR (invited)

Riccardo Pozzo, Dipartimento Scienze Umane e Sociali, Patrimonio Culturale-CNR

Antonio Lamarra, Istituto per il Lessico Intellettuale Europeo e Storia delle Idee-CNR


ore 10:00-11:15 – Realismo e Metafisica

(modera) Marcelo Sánchez-Sorondo, Pontificia Accademia delle Scienze Sociali (invited)

Massimo Dell’Utri, Università di Sassari

Marco Ivaldo, Università di Napoli Federico II

Leonardo Messinese, Pontificia Università Lateranense


ore 11:15 -11:30 Pausa caffè


ore 11:30-12:45 – Realismo e Ontologia

(modera) P. Jesús Villagrasa Lasaga, L.C., Pontificio Ateneo Regina Apostolorum (invited)

Giuseppe Cantarano, Università della Calabria

Gaspare Mura, Pontificia Università Urbaniana

Nicla Vassallo, Università di Genova

Dibattito


ore 12:45-13:45 – Filosofia moderna e Realismo

(modera) Mauro Visentin, Università di Sassari

Maurizio Ferraris, Università di Torino

Giacomo Marramao, Università di Roma Tre

Roberto Palaia, Istituto per il Lessico Intellettuale Europeo e Storia delle Idee-CNR


ore 13:45-14:00 – Conclusione

Riccardo Pozzo, Dipartimento Scienze Umane e Sociali, Patrimonio Culturale-CNR

Vittorio Possenti, Università di Venezia Ca’ Foscari


Aula Biblioteca Guglielmo Marconi
Piazzale Aldo Moro 7, 00185-Roma, segreteria.dsu@cnr.it – 0649933328

Lascia un commento